Leggi

angiporto

In denominazioni urbanistiche generiche, dizionario di Silvio DellʼAcqua

vicolo, passaggio coperto tra edifici o che attraversa il corpo di fabbrica di un edificio per collegare due strade, riscontrabile nei centri storici di formazione medioevale; per estensione può riferirsi a un vicolo angusto o senza uscita, non necessariamente coperto; anticamente anche la parte più interna di un porto, la darsena. Attestato dal XVI secolo, deriva dal latino angiportus, probabilmente …

Leggi

arcade (videogioco)

In dizionario, voci dall'inglese di Silvio DellʼAcqua

(inglese, abbreviazione di arcade videogame) videogioco da sala giochi, destinato cioè ad essere giocato in postazioni fisse a gettone (i cosiddetti “cabinati” o coin–op); per estensione, genere di videogiochi con le caratteristiche classiche del gioco da coin-op ossia gioco rapido ed immediato, partite di breve durata e senza eccessive pretese di realismo. Penny arcade: le prime sale giochi Da queste gallerie commerciali, nella …

Leggi

armata Brancaleone

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

accozzaglia disorganizzata di persone, del tutto inadeguata al compito che si prefigge, ridicola. L’«Armata Brancaleone» della moda cerca un’organizzazione efficiente Corriere della Sera, 23 maggio 1975. Pag. 22 Deriva dal film di Mario Monicelli L’Armata Brancaleone (1966), ambientato nel Medioevo al tempo delle Crociate, pur senza pretese di filologicità. L’armata Brancaleone è lo sgangherato gruppo di briganti reclutati dal millantatore …

Leggi

arpagone

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

avaro, tirchio, cacastecchi (att. 1892). Come l’equivalente francese harpagon, comunemente si fa risalire al nome di Arpagone (in francese Harpagon), personaggio tragicomico protagonista della commedia L’Avaro (fr. L’Avare ou l’École du mensonge) del drammaturgo francese Molière (1668). Tuttavia un personaggio di nome Arpago era già presente ne La Emilia di Luigi Groto (1579), opera di cui Molière si era avvalso per …

Leggi

avocado

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

Il frutto si diffuse quindi in Europa e nei territori controllati dalle potenze europee (Caraibi, India) assumendo nomi locali derivati dalla corruzione dello spagnolo aguacate/ahuacate. In portoghese divenne abacate, in Messico fu chiamato alvacata o alligato e tale Hawkes, commerciante inglese che aveva visitato il paese, riferì di aver visto questi frutti che citò come alvacata nei suoi scritti, pubblicati nel …