baedeker

In dizionario, eponimi, voci dal tedesco di Silvio DellʼAcqua

guida di viaggio, guida turistica; dal nome delle “guide Baedeker” pubblicate a Coblenza a partire dal 1839 dall’editore tedesco Karl Baedeker (1801 – 1859). Baedeker prese a modello le guide britanniche Murray’s Handbooks for Travellers pubblicate da John Murray dal 1836, ma aggiungendo informazioni dettagliate su spostamenti, ferrovie e alloggi stabilì i canoni per le moderne guide turistiche. Nel 1849 Baedeker inventò anche il sistema di valutazione a “stelle” per luoghi, attrazioni e alberghi, tuttora utilizzato da svariate guide e siti internet.
Baedekers Berlin, Reiseführer von 1910

Baedekers Berlin und Umgebung: guida Baedeker per Berlino e dintorni, 1910.


Per l’accuratezza e l’affidabilità delle cartografie e dei contenuti, queste guide divennero famose in tutto il mondo, tanto che il nome Baedeker divenne antonomastico di “guida” in generale: ad esempio nel 1900 fu pubblicata a Madrid un guida dell’Argentina in lingua inglese intitolata Baedeker of the Argentine Republic e nel 1930 il ministero dello sviluppo cileno pubblicò un Baedeker de Chile. Una casa editrice tedesca, all’inizio del XX secolo, intitolò Himmels Baedeker (“Baedeker del cielo”) un manuale di astronomia mentre Celestial Baedeker fu una guida ai pianeti del sistema solare pubblicata nel 1955 da Newsweek.

Dal 1º gennaio 1927 mi trasferirò a Firenze per guadagnarmi da vivere presso l’editore Bemporad. Lasciare Genova per una città da Baedeker mi è penoso; ma Genova non è, fortunatamente o malauguratamente, una città in cui un uomo di lettere possa trovare un lavoro ad hoc.

Eugenio Montale, lettera a Valéry Larbaud (12 novembre 1926)[1]


  1. [1]cit. in La Stampa, 18/6/1996, pag. 19
  • Bertarelli, Mario “Guida” in Enciclopedia Italiana — I Appendice Roma: Treccani, 1938. <Treccani.it> Web.

Photo by Claudio Schwarz | @purzlbaum (Unsplash)