Otto Von Kranz interpretato da Paolo Villaggio, 1968

tetesko di Cermania

In dizionario di Silvio Dell'Acqua

(scherzoso o denigratorio) tedesco di Germania; rappresentazione stereotipata del tedesco che allude alle caratteristiche attribuitegli nell’immaginario collettivo, come l’atteggiamento autoritario ed impettito, la presunta “durezza” dell’accento e la difficoltà con cui tenta di parlare l’italiano: riprende infatti il suono della pronuncia distorta e macchiettistica di “tedesco di Germania” (sottolineata dalla sostituzione delle consonanti d→k, c→, g→c).

Il linguaggio enigmistico italiano ha una vena di scolasticità burocratica grottesca, ma spesso è un italiano da “tetesko di Cermania”, senza sintassi e con un lessico da vocabolarietto tascabile sfogliato nervosamente in emergenze di turismo postribolare.

Da L’Espresso, 1978.

L’espressione si deve al professor Otto von Kranz, personaggio comico creato ed interpretato da Paolo Villaggio (1932 –  2017) per la trasmissione televisiva Quelli della domenica, nel 1968: un prestigiatore «stupido ed autoritario» (come lo definì il suo ideatore), dal marcato quanto parodistico accento tedesco. Sul personaggio fu poi basato il film del 1978 Professor Kranz tedesco di Germania, interpretato dallo stesso Villaggio nei panni di von Kranz con la regia di Luciano Salce. Nel film il prestigiatore assume un carattere più remissivo, diventando ibrido tra l’autoritario von Kranz di dieci anni prima e gli altri due personaggi più noti di Villaggio, i perdenti cronici Fracchia e Fantozzi.