sfingeo

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

maschile sing. femminile sing. maschile pl. femminile pl.
sfingeo sfingea sfingei sfingee

(aggettivo) raro, letterario; letteralmente relativo alla sfinge, ma utilizzato quasi solo in senso figurato nel senso di enigmatico, misterioso, impenetrabile, impassibile, detto soprattutto di persona, volto o espressione (attestato dal 1915).

Sicuri dell’appoggio della maggioranza della pubblica opinione cittadina, in preda alla più cupa disperazione, Pisandro, Frinico, l’oratore Antifonte e lo sfingeo Teramene decisero di tentare un colpo di stato.

da L’eloquenza — antologica, critica, cronaca (rivista, 1940)

È formato con il suffisso –eo da sfinge, a sua volta dal greco antico Sphínx (Σφίγξ), figura mitologica delle antiche civiltà del Mediterraneo centro-orientale raffigurata come un mostro dal corpo leonino e testa umana; termine anch’esso però utilizzato in senso figurato con il significato di persona enigmatica ma anche impassibile, sorniona, che non tradisce pensieri, sentimenti emozioni. Ciò in riferimento sia all’enigmaticità della sfinge greca, che nel mito di Edipo custodiva l’ingresso della città di Tebe sottoponendo un indovinello (l’enigma della Sfinge) ai visitatori, sia alla solenne impassibilità della Grande Sfinge di Giza in Egitto, monumento divenuto celebre in Europa sulla scorta dell’enorme interesse popolare suscitato dalla campagne archeologiche a partire dall’800 (la c.d. “egittomania”).

Sfingeo è quindi un “aggettivo di somiglianza”, utilizzato in senso figurato per qualificare qualcosa o qualcuno che ha a che fare non tanto con la sfinge in sé quanto con alcune proprietà tipiche della stessa, ossia l’essere enigmatici, misteriosi, impenetrabili. Il suffisso –eo si ritrova anche in altri aggettivi di somiglianza usati in senso figurato, come in ferreo (es. “disciplina ferrea”), bronzeo (“colorito bronzeo”), argenteo (“luce argentea della Luna”).

In altre lingue

  • inglese: sphinx, sphinxian, sphinxlike (Hoepli).
  • neerlandese: sfinx- (es. een Sfinx-raadsel, un “rebus sfingeo”)
  • spagnolo: de esfinge, tipo esfinge (es. «un acertijo de la esfinge» «…para dar poder y emociones al doctor tipo esfinge»).
  • tedesco: sphinxisches (es. ein sphinxisches Rätsel, un “rebus sfingeo”)

  • sfingeo” in Il Nuovo De Mauro, L’internazionale. Web.
  • sfingeo” in Hoepli. la Repubblica. Web.
  • sfingeo” in Dizionario Olivetti. Web.
  • sfingeo” in Vocabolario Online, Treccani. Web.
  • sfinge” in Vocabolario Online, Treccani. Web.
  • sfinge” in Una parola al giorno. Web.
  • Grossman, Maria, Franz Rainer et al. La formazione delle parole in italiano. De Gruyter, 2004. Pag. 397.