corifeo

In dizionario, lessico politico di Silvio DellʼAcqua

(femminile corifea) portabandiera, gonfaloniere; in senso figurato portavoce, leader (anche non ufficiale), esponente più noto o più attivo di una corrente, di un movimento o un partito:

…pensatore indipendente e non certo corifeo del potere…

S. Ronchey, La Repubblica, 17/3/2018

Nella seconda accezione, spesso usato in tono ironico o spregiativo:

…autoproclamati difensori della tradizione, di corifei dell’abbuffata, di cantori del “se magna tanto e se spenne poco”. 

A. Scuteri, La Repubblica/Sapori, 8/9/2020

Attestato in italiano dal XVI secolo, deriva dal latino coryphaeu(m), a sua volta dal greco koruphaîos (κορυϕαῖος), “capo del coro” dell’antico teatro — specialmente quello drammatico — a sua volta derivato di koruphḗ (κορυϕή), “cima”, “cocuzzolo”. In tedesco esiste l’equivalente Koryphäe.


  • Pianigiani, Ottorino “corifeoVocabolario Etimologico della Lingua Italiana, 1907. <etimo.it>
  • corifeo” in Vocabolario online. Treccani. Web.
  • corifeo” in Il Nuovo De Mauro. L’Internazionale. Web <internazionale.it>

Foto in alto: Antonio La Trippa (Totò) nel film Gli onorevoli (1963).