jet set: hostess serve alcuni passeggeri ben vestiti nella lounge di prima classe di un Convair 880 della TWA.

jet set

In dizionario, inglese di Silvio Dell'Acqua

alta società internazionale, gruppo ristretto di persone molto ricche, abituate a spostarsi in aereo in tutto il mondo per affari, vacanza o attività sociali. Attestato dal 1951 (cfr. Dougles Harper, op. cit.), prima cioè che i voli di linea divenissero economicamente accessibili al grande pubblico, ed attribuito al reporter del New York Journal American Igor Cassini (primo marito dell’attrice Nadia Cassini), jet set significa letteralmente “società del jet” (detta anche infatti jet society) da jet ovvero aeroplano a reazione (jet plane) e set nel senso di “gruppo di persone che condivide status e abitudini” (dal latino secta, “séguito”,[1] attraverso il francese antico[2] o il germanico[3]).

 Una natura ancora straordinaria. Progetti portuali e residenziali di lusso. E l’interesse del jet set, sempre a caccia di nuove mete.

L’Espresso, Edizioni 31-34 (2009)

Il termine è un’evoluzione dell’analogo steamer set,[4] utilizzato prima dell’avvento del trasporto aereo di linea quando il piroscafo a vapore (in inglese steamer, attestato dal 1825[2]), era il principale mezzo per i viaggi trans–atlantici in prima classe, tipici di uno stile di vita fuori dalla portata della gente comune. Altro sinonimo era café society, poiché le caffetterie erano i luoghi deputati a parlare di affari, di cultura e di politica.


  1. [1]Da cui anche “setta” nel senso di comunità religiosa.
  2. [2]Douglas Harpres, op cit.
  3. [3]Castoldi e Salvi, op. cit.
  4. [4]«Today’s “jet set” could very well find a true ancestor in the fin de Stecle’s “steamer set“…» Gregory, Alexis Families of Fortune: Life in the Gilded Age. Rizzoli International, 1993. Pag. 163.

Foto in alto: lounge di prima classe di un Convair 880 dalla TWA, da un catalogo pubblicitario del 1958 (San Diego Air and Space Museum Archive/Commons).