oliera e limoni

utello

In dizionario di Silvio Dell'Acqua

(termine desueto) contenitore con beccuccio per versare l’olio di oliva o l’aceto, in terracotta invetriata o, più recentemente, in latta: oliera. Il termine utello è citato sin dalla prima edizione del 1612 del Vocabolario degli Accademici della Crusca e nel Decameron di Boccaccio (1349-1353 circa):

Nella mano un treppiede, e nell’altra mano un’utel d’olio, con una faccellina accesa.

Decameron, novella 96.

Di etimo incerto: forse connesso con il latino ŭter, “otre” (Garzanti) o dall’arabo al uthāl, da cui anche lo spagnolo e francese aludel e l’italiano aludella (Treccani).


  • utello” in Vocabolario degli Accademici della Crusca, 4ª Ed. Firenze: Accademia della Crusca, 1729-1738. Pag. 345.
  • utello” in Vocabolario online. Roma: Treccani. Web.
  • utello” in Garzanti Linguistica. De Agostini. Web.

Foto sopra: stux/Pixabay.