Leggi

Keep Calm and Carry On

In Cultura popolare, Storia di Silvio DellʼAcqua

Nel XXI secolo il poster “Keep Calm and Carry On” diventa una icona popolare: condiviso sulla rete, stampato su t-shirt e oggettistica, parodiato e condiviso dagli utenti della rete. Ma non tutti ne conoscono la vera storia, che inizia molto prima…

Leggi

Herzogenaurach: la “città dei colli piegati”

In Città, Cultura popolare, Ma veramente è successo?, Sport di Alessio Lisi

Herzogenaurach in Baviera ha vissuto una guerra fredda lunga sessanta anni. A dividere il paese tedesco non era un muro e la politica ma un fiume e le scarpe. Una guerra iniziata dai fratelli Adolf e Rudolf Dassler, fondatori rispettivamente di adidas e PUMA, e continuata dai loro figli con alterni successi e personaggi (e con anche una tappa nelle Marche).

Leggi

Denominazioni stradali in tedesco

In Città, Toponomastica di Silvio DellʼAcqua

In lingua tedesca “Straße”, “Platz”, “Alee”, “Ufer”, sono l’equivalente di “via”, “piazza”, “viale”, “lungofiume” e simili. Scopriamo i tipi di strada secondo la nomenclatura germanica.

Leggi

Pirati, corsari, bucanieri & Co.

In Cultura popolare, Geografia insolita, Storia di Silvio DellʼAcqua

Tra il 16º e 17º secolo il Mar dei Caraibi ed il golfo del Messico erano percorsi dalle scorribande di pirati, corsari, bucanieri e filibustieri. Questi termini, entrati nell’uso comune come sinonimi, indicavano però specifiche tipologie di predoni, ciascuna con le proprie caratteristiche.

Leggi

Denominazioni stradali generiche in francese

In Città, Elenchi, Toponomastica di Silvio DellʼAcqua

Le strade in francese sono dette “rue”, “avenue”, “place”… l’equivalente di “via”, “viale e “piazza” nella toponomastica italiana. Ma anche “boulevard”, “promenade”, “esplanade”… quanti sono e cosa significano i tipi di strada della toponomastica in lingua francese?

Leggi

L’aliante di Gimli

In Aviazione, Cultura popolare, Ma veramente è successo? di Alessio Lisi

Il volo Air Canada 143 del 23 luglio 1983 rimase improvvisamente senza carburante e i motori si spensero. I piloti erano addestrati all’atterraggio con un solo motore ma nessuno aveva mai tentato l’atterraggio senza entrambi i motori. Questa è la storia di un volo che poteva finire in tragedia e che invece è diventato una leggenda dell’aviazione civile. È la storia del Gimli Glider.