Atlante delle isole remote

Atlante delle isole remote

Cinquanta isole dove non sono mai stata e mai andrò

Con questo atlante, Judith Schalansky ci conduce in cinquanta isole remote, alla scoperta di storie «misteriose e bizzarre» di sperduti lembi di terra emersa in mezzo al mare, e degli uomini che -per scelta e necessità- vi hanno messo piede, che vi abbiano trovato il paradiso, oppure l'inferno.
Ordina adesso!

Cinquanta mappe, macchie di terra su un foglio azzurro che si estende idealmente all’infinito, disegnate con colori delicati  e grafica dal sapore di altri tempi. Cinquanta storie di isole, dove l’autrice -ci tiene a precisare- mai è andata e mai andrà. Perché sono luoghi irraggiungibili, sperduti lembi di terra emersa in mezzo al mare, microcosmi dove tutto è più amplificato quanto lo spazio risulta limitato: anche, e soprattutto, il nulla. «Queste isole» scrive l’autrice Judith Schalansky, scrittrice e designer cresciuta nella ex-DDR ai tempi della cortina di ferro «diventano così le note a piè di pagina della terraferma, in un certo senso superflue, ma infinitamente più interessanti del poderoso corpus continentale». Storie «misteriose e bizzarre» di marinai, schiavi, esploratori, studiosi di scienze naturali, guardiani di fari; dittatori, uomini solitari, naufraghi, ammutinati, smarriti e dimenticati. Un libro tra cartografia e poesia, tra geografia ed arte, questo Atlante delle isole remote ha vinto il 1º Premio della “Fondazione dell’arte del libro”; dall’autrice di Lo splendore casuale delle medusevincitore nel 2012 del “Premio Stiftung” per il libro tedesco più bello dell’anno.

Silvio Dell’Acqua

 

Dettagli
Autore:
Serie: Atlanti Bompiani
Genere: Geografia
Tag: geografia, isole
Editore: Bompiani
Anno di Pubblicazione: 2013
Formato: rilegato
ASIN: 884527506X
ISBN: 9788845275067
Prezzo di listino: € 21,50
Dicono
«...geniale libro, corredato di disegni accuratissimi»