Oceano Padano

Oceano Padano

Oceano Padano

«Il vero abitante dell'Oceano Padano non ama il mare salato, non lo capisce, se ne tiene alla larga. "Cosa me ne faccio?", pensa davanti a quella spaventosa massa dal colore estraneo, dall'odore sospetto, che al posto di scorrere, rifluisce, ripiega lamentosamente su sé stessa, innaturalmente fa avanti e indietro senza costrutto sulla riva. "Cosa ci adacquo? Ci irrighi mica i campi, con questa...", torna a ripetersi l'uomo agricolo, l'archetipo eterno della Bassa: e si allontana da sabbia e alghe e conchiglie - elementi oscenamente sterili - come covando nel cuore un segreto sgomento. Lui ama solo le rogge, i pesci di fosso, le polle d'acqua sorgiva, gli infidi canali ombreggiati dai filari di ontani, le increspature dei fili d'erba delle verdissime distese: e nella sua mente - mentre riposa al tramonto con uno stelo di fiore in bocca - vede tutto ciò tramutarsi in foraggio, concime, latte, formaggio. Lavoro. Ricchezza.»

Ordina adesso!

Questo atteggiamento si può, in breve, riassumere così: ognuno deve stare al suo posto.

Che cos’è la Pianura Padana? D’accordo, una pianura alluvionale, una regione geografica, unitaria dal punto di vista morfologico e idrografico. Ma cos’è davvero? Come si vive in questo piano infinito marcato dalle linee dei fossi, in quei paesi afosi che si vedono tremolare in lontananza e di cui non si sa granché perché sembra non accadere mai nulla? L’etica semplice, la cultura del lavoro, le geometrie dei campi e la cultura quasi insulare dei paese: verrebbe da dire «un viaggio nel…» ma ecco, in questo caso la parola viaggio poco si addice perché la caratteristica del padano è proprio la sua staticità. Bellissimo specchio, ironico e profondo, per chi ci è nato, guida per capire gli autoctoni per chi –per qualche motivo– ci è arrivato, curioso trattato etnografico per chi la Pianura Padana l’ha vista solo dall’autostrada.

Campagna a Soresina

Panorama estivo della Pianura Padana: campagna a nord di Soresina, provincia di Cremona. La strada sterrata che costeggia il canale fa parte dell’itinerario ciclopedonale “Ciclabile delle Città Murate” (Grasso83/Commons CC-BY-SA 3.0).

 

Dettagli
Autore:
Generi: Etnografia, Geografia, Saggistica
Tag: antropologia, Emilia, etnografia, Italia, Lombardia, Milano, Pavia, Pianura Padana
Editore: Laterza
Anno di Pubblicazione: 2015
Lunghezza: 179 pagine
ASIN: 8858120205
ISBN: 9788858120200
Prezzo di listino: € 13,00
prezzo eBook: € 7,99
Dicono
«Oceano Padano è un esempio di quella nuova geografia autobiografica che è forse uno degli scrigni ancora da aprire della letteratura contemporanea.»
Ci sono paesaggi che aiutano molto la vena poetica di uno scrittore. Ma che succede quando ti trovi a descrivere una terra che «galleggia su tre elementi: acqua, letame e burro» e nella quale «l’attività principale è annoiarsi»? Se ti chiami Mirko Volpi, classe 1977, ricercatore in Linguistica italiana all’Università di Pavia, ma soprattutto orgogliosamente e annoiatamente Nosadellese, partorisci un libro come Oceano Padano (ed. Laterza, 2015), vero inno alla gente e alla vita che scorre in una parte di Pianura Padana, insieme all’Adda e alle rogge...
Anteprima