Stati d'eccezione. Cosa sono le micronazioni

Stati d'eccezione. Cosa sono le micronazioni

€ 15,00€ 12,75
Autore:
Genere: Saggistica
Tag: micronazioni
Editore: Edizioni dell'Asino
Anno di Pubblicazione: 2012
ASIN: 8863570329
ISBN: 9788863570328
«Micronazioni. Questo termine descrive un certo tipo di utopie, fantasiose entità dalle radici iperboliche, alcune più artistiche, altre più politiche, accomunate dalla ricerca irriducibile di autonomia ed indipendenza.»

Le micronazioni -a differenza dei microstati, che sono entità sovrane internazionalmente riconosciute- sono piccole comunità che, con le più diverse motivazioni, si sentono, si ritengono una nazione e come tale chiedono di essere considerate: nazione, non necessariamente stato. La differenza è che non tutte pretendono di battere moneta, avere dei confini, un esercito che li difenda e tutte queste cose che caratterizzano gli “stati”. Una nazione è un popolo che cerca la propria identità, la propria autodeterminazione, e non sempre ciò coincide con una bandiera ed un governo. Nel caso delle micronazioni, però, questi “popoli” si riducono ad una manciata di persone, a volte una sola, lo spazio geografico si riduce ad un fazzoletto di terra, un’isoletta, quando non ad uno spazio virtuale come la rete. Ma uno spazio -reale o meno- aspramente rivendicato. Questa “ossessione” fa delle micronazioni dei simboli di libertà, delle isole felici che affascinano i sognatori e trovano sostenitori in tutto il mondo, per i quali la possibilità di risiedervi davvero è spesso irrilevante (come per i cittadini di Ladonia). Alcune riescono a diventare anche microstati con un proprio territorio, come la repubblica di Cospaia, Tavolara o il Principato di Sealand, altre sono solo quartieri le cui velleità indipendentiste sono tollerate dalle autorità che ne fanno un vantaggio turistico; altre ancora sono puramente culturali ed esprimono la propria simbolica territorialità solo su eventi come i concerti del “Neue Slowenische Kunst”. Non mancano infine controverse reinterpretazioni di eredità dinastiche o rocamboleschi tentativi di aggirare il diritto internazionale e ritagliarsi un propria minuscola nicchia nella quale «dichiarare la propria, insindacabile, sovranità». Il libro di Graziani, Stati d’eccezione, racconta in modo approfondito le motivazioni e le storie, eccentriche ai limiti del surreale ma tutte rigorosamente vere, di 41 micronazioni: «una sorta di continente sommerso, tutto da esplorare.»

Silvio Dell’Acqua