Salute e Bugie. Come difendersi da farmaci inutili, cure fasulle e ciarlatani

Salute e Bugie. Come difendersi da farmaci inutili, cure fasulle e ciarlatani

€ 13,60€ 11,56
Autore:
Genere: Divulgazione scientifica
Editore: Chiarelettere
Anno di Pubblicazione: 2014
ASIN: 8861903967
ISBN: 9788861903968
Per la salute e la bellezza si è disposti a credere a tutto, anche che sia possibile con una lozione far ricrescere i capelli o che con la cartilagine di squalo, l'aculeo velenoso dello scorpione, o addirittura con le mandorle, si guarisca dal cancro. Contro le truffe in farmacia, le cure inutili e le illusioni della medicina alternativa, qui dimostrate da chi le denuncia da anni, l'unico antidoto è l'informazione: per salvaguardare noi stessi e il progresso scientifico, quello al servizio dell'uomo e non degli interessi delle aziende farmaceutiche e degli speculatori.

Il libro di Salvo Di Grazia ripercorre in modo chiaro e particolarmente semplice (come deve essere per un libro di divulgazione scientifica) la storia delle bufale in campo scientifico con un occhio particolare al campo medico. Per certi versi il libro riprende le considerazioni a carattere internazionale già pubblicate nei libri di Ben Goldacre (La cattiva scienza, 2009 e Effetti collaterali. Come le case farmaceutiche ingannano medici e pazienti, 2013) mettendo in evidenza che il mondo scientifico è fatto di persone e non di macchine perfette. Come tutte le società, anche la società scientifica è costituita da persone oneste e persone meno oneste. Le prime sono quelle che si attengono a codici etici e comportamentali molto rigorosi, le seconde antepongono il proprio interesse personale al bene collettivo. Per fortuna queste ultime sono la minoranza nel panorama scientifico nazionale ed internazionale. Tuttavia, è proprio questa minoranza che fa notizia, finisce sui giornali e contribuisce non solo alla disinformazione collettiva, ma anche e soprattutto alla sfiducia che le persone comuni (quelle senza strumenti intellettuali per comprendere che vengono turlupinate) hanno in quella che viene definita scienza “ufficiale”.

Bisogna ribadire (ed il libro di Salvo Di Grazia lo esplicita egregiamente) che non esiste nessuna scienza “ufficiale”. Non esiste una medicina “ufficiale” così come non esiste una chimica “ufficiale”, né una fisica “ufficiale” e così via di seguito. Esiste, in realtà, una scienza che risponde solo ed esclusivamente al metodo scientifico. Questo consiste nell’osservazione dei fatti, nell’elaborazione di ipotesi e nella validazione delle stesse attraverso un percorso sperimentale più o meno complesso. Se, valutate tutte le condizioni al contorno, le ipotesi formulate consentono di descrivere i fatti osservati, tali ipotesi diventano un modello. Compito del modello è quello di consentire previsioni. Infatti, tutti i modelli scientifici vengono “costruiti” con un obiettivo “previsionale”, ovvero: se osservo un fenomeno che risponde a certe leggi, questo vuol dire che, esattamente nelle stesse condizioni, le leggi elaborate consentono di spiegare lo sviluppo dei fatti osservati.

È, però, da sottolineare con forza che ogni modello è valido solo fino a prova contraria. Compito dello scienziato (di qualunque estrazione) è quello di trovare quelle condizioni nelle quali il modello formulato non possa essere più applicato. A questo punto, il lavoro (o bisognerebbe dire il divertimento?) dello scienziato diventa quello di formulare un modello (o un’ipotesi) più generale che possa tener conto sia delle eccezioni appena individuate che dei fatti che hanno portato alla prima formulazione del modello.

Ecco, Salute e Bugie è tutto quanto detto e molto, ma molto, altro. È sicuramente da leggere. E, soprattutto, dovrebbe essere letto da tutti coloro che, non avendo una preparazione scientifica, vogliono avere le idee un poco più chiare sul mondo scientifico fatto, come tutte le realtà umane, da persone oneste e da gente senza scrupoli.

dai un'occhiata