Leggi

Ángel Caído, incisione (1877)

In di Silvio DellʼAcqua

Lucifero precipita agli inferi dopo la ribellione a Dio: incisione di Ricardo Bellver Y Ramón ispirata al Libro I del poema Paradise Lost di John Milton (1674), realizzata a Roma nel 1877 come bozzetto per l’omonima scultura, primo premio alla Exposición Nacional de Bellas Artes di Madrid del 1878. La statua, fusa in bronzo, fu collocata nel 1885 nel parco del …

Leggi

Canale di Suez: tracciato e profilo altimetrico, 1869

In di Silvio DellʼAcqua

Tracciato e profilo altimetrico del Canale di Suez. Da sinistra a destra: l’imbocco sul mediterraneo a Port Said, Ismaila, lo sbocco a Suez sul mar Rosso. Incisione da Appleton’s Journal of Popular Literature, Science, and Art, 1869. Commons.

Leggi

Marina Di Leuca, 1899

In di Silvio DellʼAcqua

Capo di Santa Maria di Leuca alla fine del XIX secolo: in primo piano i villini della Marina di Leuca, porto turistico e residenza estiva della nobiltà e della borghesia agraria salentina. Sullo sfondo il promontorio con il faro e la basilica di Santa Maria de Finibus Terrae. Xilografia di incisore anonimo, 1899. da: Strafforello Gustavo, La patria, geografia dell’Italia / …

Leggi

Gotha, 1835

In di Silvio DellʼAcqua

La città di Gotha, in Turingia (Germania), in una incisione del 1835 di Eduard Sommer. Saxonia Museum für saechsische Vaterlandskunde/Commons.

Leggi

1832, mappa di Pompei

In di Silvio DellʼAcqua

Mappa del 1832 di Pompei antica, dall’atlante della Society for the Diffusion of Useful Knowledge di Londra pubblicato da Baldwin & Craddock nel 1844. Pompei era stata interamente sepolta dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. e fu riscoperta solo nel 1748. All’epoca della realizzazione della mappa era stata riportata alla luce solo una piccola parte della città, qui raffigurata sulla destra. Per i turisti inglesi in …

Leggi

Mappa di Francoforte sul Meno, 1845

In di Silvio DellʼAcqua

Francoforte sul Meno (Frankfurt am Main) in una mappa del 1845, dall’Atlante di Joseph Meyer (Grosser Hand-Atlas über alle Theile der Erde in 170 Karten. Verlag des Bibliographischen Instituts, Hildburghausen 1843–60); incisione su acciaio colorata a mano. Si tratta di una revisione di una mappa del 1837 della Society for the Diffusion of Useful Knowledge di Londra. Commons.