Leggi

bagarino

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

(s.m.) accaparratore, chi fa incetta di beni, oggi soprattutto biglietti di eventi sportivi o spettacoli di cui si prevede un’elevata richiesta, per poi rivenderli ad un prezzo più alto una volta che questi sono esauriti sul mercato; pratica detta appunto “bagarinaggio” o “bagarinismo”. Ci sono diverse ipotesi sull’etimologia del termine: secondo l’ipotesi oggi più accreditata deriverebbe dall’arabo volgare baggālīn, plurale …

Leggi

bagnasciuga

In dizionario, lessico marinaresco, parole d'autore di Silvio DellʼAcqua

linea di fior d’acqua, parte dello scafo di una nave compresa fra la linea d’immersione massima e minima, e quindi bagnata o asciutta a seconda del carico e delle condizioni climatiche: da ciò si dice bagnasciuga (attestato dal XVIII secolo). Il bagnasciuga della nave è indicato sullo scafo dalla “marca di Plimsoll”, un diagramma convenzionale che indica le linee di galleggiamento …

Leggi

bagnomaria

In dizionario, eponimi di Silvio DellʼAcqua

In un pentolino fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato ridotto a pezzetti… Cucina Italiana (Demetra, 2012) In altre lingue “Bagnomaria” Vocabolario Online. Treccani. Web. “Bagnomaria” Dizionari in Corriere della Sera. Web. Raphael Patai, The Jewish Alchemists: A History and Source Book, Princeton University Press, 16 ottobre 1995, pp. 60–91, ISBN 9780691006420. Delahunty, Andrew From Bonbon to Cha-Cha: Oxford dictionary of foreign words and phrases. UOP …

Leggi

bagonghi

In dizionario, eponimi, localismi, Lombardia di Silvio DellʼAcqua

(o nano bagonghi) specialmente nel lombardo, epiteto canzonatorio con cui ci si riferisce ad una persona goffa ed impacciata che suscita ilarità, e/o di bassa statura e solita vestire con abiti abbondanti (che ricordano i costumi di scena circensi); per estensione dall’uso come appellativo generico usato un tempo per definire i nani che lavoravano nei circhi, nelle fiere e nei “baracconi” (spettacoli …

Leggi

baldracca

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

[bal-dràc-ca] (s.f.) donna di malaffare, di cattivi costumi, prostituta: «quand’eccoti comparire una baldracca, colla quale si vide poi ch’egli avea tenuto qualche commercio carnale […] sucida, ciacca, rancida, la più cenciosa, e la più orsa feminaccia che io vedessi mai.» (dalle lettere familiari di Annibal Caro, 1572–75). Deriva dalla città persiana di Baghdad, nota all’epoca come “Baldac” o “Baldacco”, spesso erroneamente identificata con la …

Leggi

benaltrismo

In dizionario, lessico politico di Silvio DellʼAcqua

tendenza a sminuire o deviare la discussione di un problema specifico e contingente mettendola pretestuosamente a confronto con argomentazioni più generiche e sostenendo la priorità di queste ultime rispetto all’argomento iniziale: deriva dall’espressione “ben altro”, rafforzativo di altro,  con il suffisso –ismo che evoca dottrine, atteggiamenti e comportamenti. Il termine benaltrismo è stato diffuso dal giornalista e scrittore Gianni Mura che ne fece ampio uso nella …

Leggi

bengodi

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

paese della cuccagna, luogo immaginario di abbondanza e ricchezze per antonomasia (anche metaforicamente), pacchia: «Un piccolo “bengodi” inglese durante lo sciopero minerario» Corriere della Sera, martedì 9 marzo 1927, pag. 5. Il termine è formato per composizione dall’avverbio bene e da godi, imperativo del verbo “godere”. L’immaginario Paese di Bengodi della contrada di Berlinzone è descritto da Giovanni Boccaccio come un paese della cuccagna nella III novella dell’VIII giornata …

Leggi

bicocca

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

nel gergo militare piccola fortificazione in cima ad una altura (un monte, un colle, uno scoglio); nell’uso comune casa vecchia e disagiata, fatiscente: La bicocca era isolata, appollaiata in cima alla rupe; un profondo silenzio regnava tutto intorno. L. De Kerany, Guardiani del faro (Salani, 1941) Anticamente la bicocca era una roccaforte o un piccolo castello in cima ad un’altura o comunque …