Leggi

a due cifre

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

o a doppia cifra: in economia e politica, detto di una percentuale rappresentata da un numero intero a doppia cifra, ossia dal 10% in su, soprattutto quando solitamente tale percentuale corrisponde ad un numero a una sola cifra (da 1 a 9%): Mitterand replica a Giscard: «L’inflazione corre a due cifre.» Corriere della Sera Mercoledì 2 giugno 1976, pag. 18 …

Leggi

a ufo

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

a spese altrui, senza spendere una lira, a “sbafo”, a “scrocco”; diverso da gratis per l’accezione negativa: — Che vuoi tu che mi faccia d’un somaro zoppo? Sarebbe un mangiapane a ufo. Portalo dunque in piazza e rivendilo. ― Collodi, Carlo Le avventure di Pinocchio (1883) Cap. XXXIII La tradizione fa risalire questa espressione all’acronimo “AUF” ovvero Ad Usum Fabricae utilizzato nel …

Leggi

A.A.A.

In acronimi, dizionario di Silvio DellʼAcqua

sequenza di lettere che negli annunci pubblicati sui giornali viene inserita all’inizio del testo con il semplice scopo di guadagnare le prime posizioni nell’ordinamento alfabetico, dove è più probabile che l’inserzione venga notata. Le lettere sono in genere intercalate da punti, somigliando così ad un acronimo: «A.A.A. A chiunque in un’ora concediamo prestiti» (La Stampa, 3 set. 1983). Nasce agli inizi del novecento …

Leggi

acciugaio

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

venditore ambulante di acciughe sotto sale (da acciuga + suffisso –aio); detto anchoiers in occitano, anciuè in piemontese, anciuat in lombardo. Voce risalente agli anni ’30 del Novecento (Paideia, vol. 43–44, 1988). Gli acciugai acquistavano il pesce in Liguria e lo facevano stagionare nelle proprie cascine anche un anno, per poi rivenderlo nell’entroterra della Lombardia, del Piemonte, dell’Emilia e del …

Leggi

allea

In denominazioni urbanistiche generiche, dizionario, localismi di Silvio DellʼAcqua

(s. f.) viale alberato, anche di un parco, dal dialetto piemontese a sua volta dal francese allée (con lo stesso significato) derivato del verbo aller, “andare”. Regionalismo piemontese diffuso anche in Lombardia ed accolto in opere letterarie. L’allea più antica si è al sud ovest formata nella prima metà del secolo scorso dopo la distruzione delle fortificazioni; e per essere la più antica …

Leggi

amarcord

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

(neologismo) ricordo, rievocazione in chiave nostalgica del passato. Dal titolo del film Amarcord di Federico Fellini (1973), che nasce a sua volta dalla locuzione in dialetto romagnolo a m’arcord, “io mi ricordo”, ma anche —riferisce Tonino Guerra, coautore della sceneggiatura— dalla tipica “comanda” dei ricchi che all’epoca entravano al bar chiedendo un Amaro Cora: «Da amaro, amaro Cora, è nato Amarcord.» …

Leggi

ambaradàn

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

(s.m.) confusione, baraonda, insieme disomogeneo di elementi, guazzabuglio. Il termine deriva presumibilmente da Amba Aradam, altopiano montuoso dell’Etiopia dove si svolse, nel 1936, una cruenta battaglia (battaglia dell’Endertà) nella quale gli italiani sconfissero l’esercito abissino durante la guerra di Etiopia (1935 — 1936). L’esito della guerra fu l’annessione dell’Etiopia all’Impero coloniale italiano e la creazione dell’Africa Orientale Italiana. L’uso odierno del termine non è …

Leggi

amico del giaguaro

In dizionario di Silvio DellʼAcqua

detto bonariamente di chi, sollevando troppe obiezioni, fa dubitare della propria lealtà; per estensione chi patteggia per la parte avversaria, doppiogiochista, furbo: il fatto che il segretario socialdemocratico sia più «amico del giaguaro» che «amico del popolo» è molto più che un sospetto L’Espresso, 18 novembre 1979. Deriva probabilmente dall’analoga espressione brasiliana o amigo da onça (la onça–pintada è il giaguaro, in portoghese) per …