Renato Cesarini

zona Cesarini

In dizionario di Silvio Dell'Acqua

Eugenio Danese

Eugenio Danese

  1. minuti conclusivi e di recupero in un evento sportivo, in particolare nel calciofase finale di un evento in genere;
  2. “appena in tempo”, fatto avvenuto provvidenzialmente all’ultimo momento utile.

L’espressione si riferisce ad un celebre episodio sportivo riguardante il calciatore italo–argentino Renato Cesarini (1906—1969) che tra il 1929 ed il 1935 giocava nella Juventus come mezzala. Durante la partita Italia–Ungheria per la Coppa Internazionale il 13 dicembre del 1931, Renato Cesarini –che giocava per la Nazionale italiana– segnò un gol all’ultimo minuto di gioco che salvò l’Italia dal pareggio decretandone la vittoria per 3 a 2 contro i magiari. La domenica successiva il cronista radiotelevisivo Eugenio Danese (1904 – 1980) parlò di “caso Cesarini”, che divenne presto l’espressione calcistica “zona Cesarini” ad indicare i gol segnati negli ultimi minuti di gioco e per estensione, nel linguaggio comune, un rimedio posto in extremis.

Quella di ieri al Senato è una scena che si potrebbe ripetere in questa zona Cesarini di fine legislatura.

Salvia, Lorenzo “Reati d’opinione e droga, il rush finale del PoloCorriere della Sera, 26–01–2006 (Corriere.it)


Sopra: Renato Cesarini.