musicassetta

In dizionario di Silvio Dell'Acqua

(s.f. – abbreviato “MC”) supporto fonografico a nastro magnetico, noto anche come audiocassetta o cassetta, conforme allo standard “Compact Cassette” lanciato dalla Philips nel 1963. Molto popolare tra gli anni ’70 e ’90 del XX secolo, era costituito da due bobine racchiuse dentro un guscio protettivo in plastica; potevano essere acquistate preregistrate o “vergini”, ossia registrabili dall’utente. Oltre alla musica poteva contenere registrazioni personali o dati (usata in combinazione con i primi home computer). Grazie alle dimensioni ridotte ed alla semplicità meccanica, la musicassetta rese possibile negli anni ’80 la commercializzazione dei primi sistemi di riproduzione stereofonica portatile, noti come “walkman” (dal Sony Walkman®, il primo e più diffuso apparecchio di questo tipo). Il basso costo e la semplicità d’uso ne decretarono il successo nonostante la qualità del suono inferiore rispetto ad altri supporti (dischi in vinile, poi compact disc). Le cassette furono gradualmente soppiantate dai dischi ottici scrivibili (a partire dagli anni ’90) e dalle memorie digitali.


Immagine in alto: pcdazero/Pixabay