Leggi

Il mistero del Passo Djatlov

In Cultura popolare, Speciale Halloween di Alessio Lisi

“Urali – Inverno del 1959” poteva essere il titolo dell’album fotografico di dieci giovani intenti ad allenarsi per una spedizione artica, purtroppo andò diversamente: la macchina fotografica è stata abbandonata nella tenda che fu ritrovata squarciata per una fuga precipitosa. Su cosa li abbia spinti a fuggire dalla tenda in tutta fretta nel cuore della notte non si può far altro che fare ipotesi, ed è per questo che da anni la domanda rimane senza risposta: cosa è davvero successo sul Passo Djatlov nell’inverno del 1959?

Leggi

La favola dei Brooklyn Dodgers

In Sport di Alessio Lisi

C’era una volta Brooklyn, quartiere operaio di New York. C’era una volta una squadra di baseball di quartiere soprannominata con disprezzo. C’era una volta uno stadio concepito come un teatro. C’erano una volta i “boys of summer”. C’era una volta il primo giocatore afroamericano della Major League. C’erano una volta i Brooklyn Dodgers e questa è la loro favola.

Leggi

Miranda Warning

In Cultura popolare, Geografia insolita, Storia di Alessio Lisi

Tutti conosciamo il Miranda Warning. Forse non si conosce il nome e la storia ma il suo contenuto sì. Lo conosciamo perché l’abbiamo sentito innumerevoli volte nei film e nelle serie tv americane. Il Miranda Warning altro non è che la lettura dei diritti ad un sospettato. A sancire quei diritti, cinquant’anni fa, fu la Corte Suprema degli Stati Uniti con la famosa sentenza “Miranda contro lo Stato dell’Arizona”.

Leggi

99 Luftballons

In Cultura popolare, Musica, Storia di Silvio Dell'Acqua

«Se hai un poco di tempo per me allora ti canterò una canzone di 99 palloncini e del loro viaggio per l’orizzonte». La storia del famoso brano della cantante tedesca Nena e della sua band, uscito come singolo nel 1983 e divenuto un successo internazionale, è quantomeno curiosa…

Leggi

Keep Calm and Carry On

In Cultura popolare, Storia di Silvio Dell'Acqua

Nel XXI secolo il poster “Keep Calm and Carry On” diventa una icona popolare: condiviso sulla rete, stampato su t-shirt e oggettistica, parodiato e condiviso dagli utenti della rete. Ma non tutti ne conoscono la vera storia, che inizia molto prima…